Torre dell’Orso

Torre dell’Orso è una località balneare della marina di Melendugno, in provincia di Lecce. Le sue spiagge sono sabbiose e il mare è cristallino e limpido: il posto adatto per trascorrere le proprie vacanze estive.

L’insenatura di circa 800 metri è delimitata da due scogliere: nella zona sud sfocia un corso d’acqua chiamato Brunese e c’è la grotta di San Cristoforo nella quale sono stati rinvenuti antichi graffiti.

I due faraglioni che si scorgono a sud della baia sono Le due sorelle, cui è legata una leggenda da cui prendono il nome. Si narra che due sorelle si fossero fermate a fare dei tuffi da questa rupe ma non riuscirono più a riemergere dall’acqua. Gli Dei, mossi a compassione, come ricordo delle sorelle, le tramutarono nei due faraglioni.

Le Due Sorelle
Le Due Sorelle ©diegofiore via Canva

Il centro storico

Nota nella località è la Chiesa dei SS. Angeli Custodi, ubicata in Piazza D’Acquisto, che è stata inaugurata il 24 luglio 1960 ed il 23 gennaio 1990, per volere del Vescovo Metropolita di Lecce, mons. Cosmo Francesco Ruppi. All’interno della Chiesa c’è la statua della Madonna “Stella Maris”, la cui festa cade la prima domenica di agosto.

Località balneari nelle vicinanze di Torre dell’Orso

  • Nelle vicinanze di Torre dell’Orso ci sono altre città e località marine molto famose del Salento come San Foca. Qui possono incontrare diverse spiagge che accontentano i gusti di tutti: chi vuole tranquillità e pace, potrà rilassarsi nella spiaggia Torre Specchia Ruggeri o nella spiaggia degli aranci o “li marangi”, oppure nella spiaggia dei Brigantini, con i suoi faraglioni isolati come lo “scoglio dell’otto” (chiamato così proprio per la sua forma che ricorda un 8 scritto in orizzontale). Per i più avventurosi, la migliore è la spiaggia delle isole Asce, in cui praticare snorkeling, kitesurf, pesca con canna e così via.
  • Da visitare anche l’omonima Torre San Foca, costruita nel 1568 dal maestro Antonio Saponaro di Lecce, che aveva come funzione quella di avvistamento contro le invasioni turche.
  • Un’altra località vicina a Torre dell’Orso è Roca Vecchia, nota soprattutto per le due grotte della Poesia, delle grotte carsiche cui sono crollati i tetti, in cui fare il bagno o divertirsi a fare tuffi. A Roca Vecchia si può visitare anche il Santuario di Maria Santissima delle Grazie o cripta di Roca Vecchia, che ha origini sconosciute. Venne costruita sul sito di un antico ipogeo rupestre o un’antica grotta bizantina. La struttura, seminterrata ha 3 navate, ognuna con tre colonne. Sotto di essa vi è una grotta di origine carsica.
  • Ancora, non molto lontana da Torre dell’Orso c’è Torre Sant’Andrea, un piccolo angolo di paradiso in cui non ci sono stabilimenti balneari. L’acqua circostante è cristallina e lo scenario che si estende tutto intorno è spettacolare: alla destra ed alla sinistra della spiaggia, ci sono delle rocce bianche a picco sul mare che prendono il nome di “Faraglioni di Sant’Andrea”.
Torre dell'Orso
Torre dell’Orso ©tommasolizzul via Canva

Altre località vicine: Lecce

Non può mancare una visita a Lecce, la città barocca del Sud Italia con tante bellezze da scoprire. Il cuore pulsante della città è però Piazza Sant’Oronzo nei cui pressi sorge il Castello voluto dal re Carlo V nel 1539. Poi c’è il Duomo della città che si erge nell’omonima piazza, ed è il fulcro della vita religiosa della città con la Cattedrale dedicata a Maria SS. Assunta che venne costruita nel 1144 e fu ristrutturata nel 1230. Da non perdere, altro simbolo della religiosità, la Basilica di Santa Croce con l’attiguo Convento dei Celestini.

Lecce è la città da non perdere durante il proprio soggiorno in Salento, con tutte la sua storia, la sua arte, la religiosità. Da visitare anche per staccare dal mare e trasformarsi in “turisti”. E a pranzo o a cena, non c’è niente di meglio che provare tutte le bontà che la città ha da offrire come il rustico leccese, il pasticciotto o semplicemente bere un famoso caffè con ghiaccio.

Centro storico di Lecce
Centro storico di Lecce ©Planetix via Canva

Come raggiungere Torre dell’Orso

Per raggiungere la bella località della marina di Melendugno si può valutare un mezzo proprio (auto o moto) oppure un mezzo di trasporto pubblico.

Ma sicuramente il modo più veloce per raggiungerla è un transfer per Torre dell’Orso, che priva della preoccupazione di dover trovare parcheggio o di sottostare ad orari dei mezzi di trasporto pubblici.

Una navetta per Torre dell’Orso è anche il mezzo ideale per ritornare alla propria sistemazione (b&b, albergo, casa vacanza) dopo una visita a Lecce o ad una delle bellissime spiagge nelle località limitrofe.

Sebbene Torre dell’Orso non sia un grande paese, in estate diventa una cittadina molto vivace con una movida che attira anche molti giovani ma che non dispiace anche alle famiglie o alla gente più anziana. Si può quindi soggiornare qui senza automobile, anche per non avere il pensiero di dove parcheggiarla.

Le Due Sorelle ©diegofiore via Canva
Cava di Bauxite di Otranto

Altro esempio di archeologia industriale salentina è la cava di Bauxite di Otranto, edificata nei primi anni 40, grazie al ritrovamento casuale di un minerale. Situato nelle vicinanze del Faro di Punta Palascia questo giacimento, ormai dismesso nel 1976 per via degli alti costi di estrazione, rappresenta uno dei luoghi più visitati del Salento.

Le Due Sorelle ©diegofiore via Canva
Baia dei Turchi

La baia sabbiosa e incontaminata con acque limpide e circondate da una scogliera di macchia mediterranea, non ha nulla da invidiare alle mete turistiche internazionali.

Le Due Sorelle ©diegofiore via Canva
Lecce: la “Firenze del Sud”

Un irresistibile connubio di storia e magia, palazzi e chiese, monasteri e conventi vi accoglieranno a Lecce anche detta “Firenza del Sud“ per via del suo stile barocco.