Otranto: il paese più orientale d’Italia

Otranto situata sulla costa adriatica, è il comune più orientale d’Italia, in cui si dice vi è il punto di separazione tra mar Adriatico e mar Ionio, quasi un ponte fra Oriente e Occidente. Nelle giornate più limpide è possibile intravedere dalla costa le montagne dell’Albania, distanti solo 70 miglia marine.

Lungomare di Otranto
Lungomare di Otranto ©EunikaSopotnicka via Canva

Il centro storico di Otranto

La città affonda le sue radici in epoche antichissime, che hanno lasciato tra le sue strade importanti testimonianze storiche a artistiche, oggetto di ammirazione per curiosi e turisti.

Otranto si sviluppa attorno all’imponente Castello Aragonese e alla Cattedrale normanna terminata e aperta al culto nel 1088, con la sua notevole dimensione è da ritenersi la chiesa più grande di Puglia.

Passeggiando tra le strade, i vicoletti, i suggestivi monumenti e la magia del centro storico, le conferiscono un fascino ineguagliabile.

La città è in grado di offrire numerosi luoghi di interesse sia di giorno che di notte. È possibile infatti trascorrere le ore diurne nelle meravigliose spiagge che percorrono la costa orientale salentina per circa 20km.

otranto castello aragonese
Castello Aragonese di Otranto ©Jacek_Sopotnicki via Canva

Le baie più belle

Numerose sono le baie che vi si susseguono a Otranto:

  • Torre Sant’Andrea, formata da un’insenatura sabbiosa, dopo la quale segue una costa caratterizzata da alte scogliere immerse nella macchia mediterranea.
  • Conca Specchiolla la costa si presenta alta e rocciosa, con piccole insenature di sabbia. Dopo poco è possibile raggiungere Frassanito, località munita di campeggio con una lunga spiaggia sabbiosa nota per essere ritrovo di molti surfisti.
  • La Baia dei Turchi è il luogo dove, secondo la leggenda, sbarcarono i guerrieri turchi nel corso dell’assedio del XV secolo. La baia, appartiene alla pregiata Oasi protetta dei Laghi Alimini, uno degli ecosistemi più importanti del Salento e della Puglia.
  • Baia di Santo Stefano, si presenta rocciosa con una piccola spiaggia e con molta vegetazione.
  • Su Baia dell’Orte con vista sul Capo d’Otranto, o Punta Palascia, il punto più orientale d’ Italia, si apre una scogliera a picco sul mare. Qui, vi è collocato un faro il quale costituisce il punto di accesso alla “Grotta dei Cervi”, insenatura naturale costiera. Inoltre, la notte di San Silvestro si può assistere alla prima alba dell’anno sulla penisola italiana.

Un luogo da non perdere nelle vicinanze di Punta Palascia sono le Cave di Bauxite, un giacimento di estrazione mineraria ormai dismesso in cui si è formato un laghetto verde smeraldo. Il colore dell’acqua crea un contrasto molto affascinante con le pareti rocciose circostanti, che brillano di un bel rosso intenso.

Cava di Bauxite, Otranto
Cava di Bauxite, Otranto ©staraldo via Canva
  • Porto Badisco è una nota località balneare, meta turistica di notevole interesse storico-paesaggistico, dista 35 km da Lecce, 8 km da Santa Cesarea Terme e 15 km da Castro.

Otranto è diventata nel giro di pochi anni, una delle destinazioni più ricercate delle Puglia, dove è possibile trovare tutto l’occorrente per una vacanza perfetta: oasi naturali, meravigliosi monumenti, sapori unici, tanta movida e naturalmente l’immancabile calore della gente del sud.

Lungomare di Otranto ©EunikaSopotnicka via Canva
Santa Maria di Leuca: de finibus terrae

Il luogo in cui si incontrano il Mar Adriatico e il Mar Ionio: Santa Maria di Leuca, la punta del tacco della Puglia, è un luogo unico e magico tutto da scoprire. Con il suo Faro, la basilica, le grotte e le ville ottocentesche, questo posto vi lascerà senza parole.

Lungomare di Otranto ©EunikaSopotnicka via Canva
Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea Terme rappresenta una delle mete salentine più ambite dai viaggiatori in cerca di relax e benessere. Questo grazie alle acque termali benefiche che sgorgano dal sottosuolo che sono, infatti, un vero elisir di bellezza e di salute.

Lungomare di Otranto ©EunikaSopotnicka via Canva
Gallipoli: alla scoperta della Perla dello Jonio

Gallipoli dal greco classico "città bella" è conosciuta come Perla dello Jonio, famosa per le località balneari e la movida notturna.