Biscotto di Ceglie

Il biscotto di Ceglie (in dialetto salentino “U Pesquet”) è un tipico biscotto di Ceglie Messapica, una città in provincia di Brindisi. È una ricetta che fa parte della tradizione contadina, infatti si racconta che durante i matrimoni o i banchetti più importanti, venissero preparati questi biscotti da offrire agli invitati. Sono preparati con le mandorle, frutti locali molto utilizzati nella cucina, e ripieni di marmellata: proprio per questo, è possibile trovarli nei forni del paese con marmellata di uva, ciliegia, fichi o mele cotogne. Ma il biscotto cegliese si può preparare anche in casa, utilizzando semplici ingredienti per ottenere dei dolcetti dal gusto e dal profumo delizioso. Sono perfetti per accompagnare il te o per fare merenda ma anche da regalare a chi si ama. Tanta è la bontà di questi biscotti che è stato loro conferito il riconoscimento di Presidio Slow Food.

Biscotto di Ceglie Messapica
Biscotto di Ceglie Messapica

Come preparare il biscotto di Ceglie

La ricetta del biscotto di Ceglie si tramanda di generazione in generazione, una preparazione a base di ingredienti genuini molto facile da realizzare in casa.

Ingredienti:

  • 1 kg di mandorle tostate
  • 150 g di marmellata (a piacere)
  • 500 g di zucchero semolato
  • 4 uova intere
  • 1 limone
  • 50 g miele
  • 10 ml di rosolio di agrumi (un tipico liquore a base di alcol, acqua, zucchero e agrumi come limone, bergamotto, cedro e mandarino).

Procedimento:

  1. Tostare le mandorle in forno, quindi macinarle tagliandole in pezzettini grossolani (fare attenzione a non ridurle in farina).
  • Impastare le mandorle con zucchero, miele, buccia di limone grattugiata, uova, aggiungendo a poco a poco anche il rosolio di agrumi, fino ad ottenere un impasto omogeneo e non appiccicoso.
  • Stendere l’impasto sulla carta da forno e, su un bordo, spalmarci la marmellata; quindi richiudere, ripiegando la striscia, lasciando la confettura nel centro.
  • Con un coltello realizzare i biscotti a forma irregolare (come dei cubetti di circa 4 cm) e disporli su una teglia rivestita da carta da forno.
  • Cuocere per 15-20 minuti in forno preriscaldato a 160-180°.

Se si gradisce, una volta cotti, i biscotti di Ceglie possono essere ricoperti con una glassa fatta di zucchero e cacao, chiamata “Gileppo”. Per prepararla occorrono:

  • 1 l di acqua
  • 1 kg di zucchero
  • 100 g di cacao amaro

In una pentola aggiungere l’acqua con lo zucchero e far cuocere fino a che quest’ultimo non fili. Far raffreddare mescolando fino a che la crema non diventi bianca. Far sciogliere la glassa a bagnomaria, aggiungere il cacao e mescolare bene fino a che diventi una glassa con cui glassare i biscotti di Ceglie.

Biscotto di Ceglie Messapica
Caffè leccese

Oltre al famoso caffè napoletano, anche il caffè leccese ha la sua fama e quasi sicuramente chi si trova a visitare il Salento assaggia questo gustoso caffè con latte di mandorle.

Biscotto di Ceglie Messapica
Pasticciotto leccese: la ricetta originale

Da Lecce in giù, il rituale della colazione prevede caffè e pasticciotto. Numerose pasticcerie sono divenute famose proprio grazie a questo dolce e sono tanti gli indirizzi dove poterlo assaggiare.

Biscotto di Ceglie Messapica
Pastarelle pugliesi: la ricetta dei biscotti da latte

Le pastarelle pugliesi sono dei tipici biscotti da latte o da te, facili e veloci da preparare, realizzate con ingredienti semplici e genuini