Sagre in Puglia: gli eventi da non perdere

Il modo migliore per conoscere le tradizioni e la cultura di un posto è attraverso le sagre: in Puglia queste si svolgono tutto l’anno, permettendo sia alla gente del posto di riscoprire le proprie radici sia ai turisti di gustare prodotti tipici e piatti della tradizione locale in un contesto allegro e spensierato, adatto per fare amicizia e trascorrere una serata piacevole allietata da musica e folklore. Partecipare è semplice perché questi eventi sono pubblicizzati spesso tramite manifesti e locandine affisse in giro per le cittadine così che ognuno possa venirne a conoscenza.

Le sagre del Salento

In primavera ci sono:

  • A Novoli la Puccia dell’Ampa, un evento dedicato al tipico panino condito con sottaceti o ricotta forte e cotto al forno a legno.
  • Il 19 marzo a Cutrofiano in occasione della Festa di San Giuseppe si tiene la Sagra della Zeppola, il tipico dolce della festa del papà.
  • Il 6 aprile a Santa Cesarea Terme la Sagra della cuddura, il dolce della tradizione pasquale ovvero pane dolce con le uova.
  • A Castro il 24 aprile, in onore della Festa Patronale di Maria Ss Annunziata, c’è la Sagra del pesce “a sarsa”, cioè pesce appena pescato, fritto in olio d’oliva e servito condito con aglio e menta.
  • La Sagra delle Ciliegie a Leverano il 24 maggio è una vera e propria manifestazione che celebra questo frutto.

In estate ci sono:

  • la Sagra della Sceblasti a Zollino per assaggiare  questo pane tipico condito con zucca, olive, peperoncino, capperi e altro ancora, da gustare nelle vie di questo piccolo paesino.
  • La Sagra della Piscialetta il 3 luglio a Surbo è un’altra occasione per provare un altro tipo di pane salentino impastato con pomodori e olive ma anche con altre verdure di stagione.
  • Il 10 luglio a Lizzanello si tiene la Sagra te lu Ranu ovvero la Sagra del Grano, per gustare gli ottimi piatti della tradizione salentina realizzati con pasta fatta in casa come le orecchiette al sugo o alle cime di rapa.
  • La Sagra della Bruschetta il 19 luglio e la Sagra della Peperonata il 21 luglio a Santa Cesarea Terme.
  • La Sagra della Puccia ad Ugento per celebrare il tipico pane salentino.
  • La Sagra del Pesce Spada a Gallipoli.
  • Ancora, a Surano, il 28 luglio, la Festa del Pasticciotto, il tradizionale dolce di crema pasticciera.
  • La Sagra te la Uliata a Caprarica di Lecce, per gustare un altro tipo di Puccia con olive nere.
  • A Leverano, fine luglio ed inizio agosto sono caratterizzati da Birra&Sound, un evento con protagonista la birra e prodotti gastronomici locali ma anche specialità bavaresi per accompagnare questa bibita amatissima.
  • La Sagra della Polpetta ad agosto a Felline è l’occasione perfetta per gustare polpette di carne di maiale o di cavallo ma anche di melanzane, arricchite con pecorino.
  • Ancora ad agosto a Vitagliano, vicino Santa Cesarea Terme, la Sagra della Cucuzzata, una sorta di focaccia fatta con zucchine, olive nere, peperoncino e olio d’oliva.
  • Dal 10 al 13 agosto a Cannole c’è la Festa della Municeddha cioè la lumaca che può essere gustata, al ritmo di canti e pizzica, al sugo, arrostita e soffritta.

Infine, nel periodo natalizio, tante sono le sagre dedicate alla Pittula, le frittelle di pasta lievitata a base di farina, acqua e lievito che possono essere bianche oppure condite con olive, patate e tanto altro, che si possono gustare sia a Tiggiano che a Surano.

Le sagre della Valle d’Itria

L’estate della Valle d’Itria è caratterizzata da diverse sagre popolari come ad esempio a Cisternino quando, ad agosto, si tengono la sagra della Bombetta e della Bruschetta al Tartufo, la Sagra dell’Olio e del Vino, la Sagra delle orecchiette e la Sagra della trippa e Festival dei Sapori, delle occasioni per scoprire i prodotti locali, le pietanze tradizionali, gustando vino e ascoltando musica popolare.

Sempre ad agosto, a Ceglie Messapica si tiene Ceglie Food Festival, evento in cui si contrappongono i mondi di cucina stellata e street food con degustazioni di prodotti tipici e birre artigianali mentre a Locorotondo la Sagra pirotecnica della Valle d’Itria che, come suggerisce il nome, è un evento imperdibile per tutti gli amanti del buon cibo e dei fuochi d’artificio. Sempre nel piccolo paesino si tiene la Sagra delle gnumeredde suffuchete per assaporare i tipici involtini di interiora avvolti nelle budelle di agnello e la Sagra della cialled, tradizionale piatto della cultura contadina realizzato con pane raffermo bagnato con acqua e condito con pomodoro, olio, origano e cipolle di Tropea.

Settembre è accompagnato dalla Sagra dell’uva e Festival dei Sapori a Cisternino mentre a novembre a Locorotondo c’è la Sagra del vino novello, alla scoperta delle produzioni enologiche della Valle d’Itria.

Le sagre a Bari e provincia

A Polignano a Mare agli inizi di gennaio si tiene Pettole e Frittelle in Sagra, un evento in cui, oltre a poter degustare tipici fritti del posto, si potrà trascorrere piacevoli ore nel centro storico allestito con mercatini di Natale e spettacoli di giullari e giocolieri.

Durante il periodo estivo nel territorio barese si tengono diverse sagre: a inizi giugno a Turi si svolge la Sagra della Ciliegia per celebrare la ciliegia Ferrovia nominata più volte la più buona di Italia. Un altro frutto, questa volta celebrato a Corato,è il fiorone con la Sagra del Fiorone che si svolge nei primi giorni di luglio. Ad Acquaviva delle Fonti il 19 e il 20 luglio si tiene la Festa della Cipolla Rossa tipica del posto. Durante la manifestazione vengono preparati molti piatti tipici a base di questo ortaggio che possono essere degustati accompagnati da un calice di vino e spettacoli.

Gli amanti del pesce verranno soddisfatti nel partecipare alla Sagra del Polpo che si svolge a fine luglio presso il porto di Mola di Bari, una tradizione lunga ormai cinquant’anni per scoprire i sapori della tradizione e, ancora, sul lungomare di Santo Spirito a Bari, ad agosto, si tiene la Sagra del Pesce Fritto. Sempre ad agosto un altro avvenimento imperdibile è la Sagra del Panino della Nonna a Giovinazzo, in cui i protagonisti sono proprio i panini imbottiti con pomodori, peperoni, carciofi e melanzane sott’olio, arricchiti con mortadella, provolone e tanto altro, da degustare fra esibizioni di danza ed esposizioni di antiquariato. Chiude il mese di agosto, la  Sagra dei Sapori a Bitritto, evento in cui gastronomia e musica si incontrano in Piazza La Pira.

Nel periodo autunnale e invernale sono tante le sagre a cui poter partecipare: a Putignano a metà settembre si tiene la Sagra delle Farinelle, un tipico sfarinato di ceci e orzo tostati consumato in passato dai contadini. Sammichele di Bari è famoso per Sagra della zampina, del bocconcino e del buon vino che si svolge a fine settembre per gustare questa salsiccia caratteristica del posto con del buon vino. Nella prima decade di ottobre si tiene la Sagra delle Olive a Sannicandro di Bari per celebrare l’oliva Termite.

Sempre ad ottobre, di nuovo ad Acquaviva delle Fonti, si tiene la Sagra del Calzone, istituita dal 1971, in cui si gusta il calzone, un impasto steso con il matterello e condito con cipolla, ricotta forte e pecorino. L’evento è allietato da concerti e tribute band. A novembre Triggiano ospita la Sagra du’ Minghiaridd dedicata ai cavatelli fatti a mano. Il vino è il protagonista di Bacco nelle gnostre, un evento enogastronomico e di musica che si tiene a Noci a novembre.

Le festività natalizie sono segnate da diversi eventi come la Sagra del Cioccolato a Monopoli, la Sagra della Pettola a Rutigliano e la Sagra dei Panzerotti a Terlizzi.

Le sagre della Daunia e del Tavoliere

In estate nel Tavoliere e nella Daunia molte sono le sagra in cui fanno da protagonisti la pasta fresca fatta a mano, la carne e prodotti della terra locali.

Ad Orsara di Puglia il 14 giugno si tiene la Sagra dell’asparago verde, un ortaggio così gustoso da essere definito “il cibo del Re”. Per la carne, da non perdere è la Sagra del Torcinello sanpaolese, evento che si tiene ad agosto a San Paolo Civitate per gustare questo prodotto locale realizzato con budello e animelle di agnello cotto alla brace oppure a Monteleone di Puglia il 6 agosto la Sagra della Porchetta e del Maiale nero; protagonista il prosciutto alle sagre di Faeto e di Motta Montecorvino. Per gli amanti della pasta, sempre ad agosto, a Deliceto e a Candela, la Sagra dell’Orecchietta e a Celle San Vito, la Sagra dei Cicatelli. Oppure, il 13 agosto, a Monteleone di Puglia, la Sagra del Caciocavallo, dei Cicatelli e dell’Acc’ e, sempre in questo giorno,  a Castelluccio Valmaggiore c’è la Sagra della Pasta fatta a mano.

Tripudio del tartufo alla Sagra del Tartufo a Roseto Valfortore che si tiene il 14 agosto; il carciofo è il protagonista di una sagra che si tiene ad Ordona ad ottobre e, infine, ad aprile, la Sagra della Fava e Pecorino a Cerignola.

bombette-pugliesi
Itinerario di un giorno dalla Valle d’Itria a Matera

Itinerario che a partire dalla Valle d’Itria vi condurranno nella bellissima città di Matera, un tour tra storia, arte e, volendo, tradizione culinaria che vi faranno vivere a pieno i sapori e le meraviglie di questi territori.

bombette-pugliesi
Itinerario di tre giorni in Valle d’Itria: alla scoperta dei trulli

Itinerario di tre giorni nella bellissima Valle d’Itria. Tour che vi farà immergere nella storia, nell’arte e nella cultura di questo angolo della Puglia.

bombette-pugliesi
Itinerario di un giorno a Lecce

Cosa fare a Lecce in un giorno? Tra chiese, abbazie, anfiteatro, piazze e musei… è possibile seguire un itinerario che vi farà vivere un’esperienza a 360 gradi di questa meravigliosa città pugliese.