Il Salento e la magia del presepe

Con l’arrivo di Dicembre si rinnova il tradizionale appuntamento con uno degli eventi folkloristici natalizi più importanti dell’anno, che proprio nel Salento trova la sua massima rappresentazione. Che Natale sarebbe senza il presepe? Soprattutto nel nostro Salento, è ancora viva e molto sentita la tradizione di allestire nelle proprie case il presepe. Questo è considerato un elemento straordinariamente poetico e romantico, a differenza del più recente albero di Natale, che rimanda all’elemento profano e consumistico della festa.

Per l’occasione non c’è comune salentino che non organizzi un presepe artistico o vivente che sia, per festeggiare degnamente l’arrivo della festa.

Presepe di Lecce
Presepe di Lecce ©foodphotographer.puglia via Canva

Le origini del presepe in Salento

  • Storicamente, il merito di avere “inventato” il presepe, venne attribuito a San Francesco il quale si rifece alle sacre rappresentazioni che, fin dal primissimo Medioevo, venivano inscenate in chiesa durante la liturgia della notte di Natale. Il Santo dei poveri riprodusse la scena della Natività a Greccio, piccolo paesino in provincia di Rieti, nel 1223, secondo la testimonianza di San Bonaventura, con personaggi in carne ed ossa, per rendere più vicino anche alle persone umili e semplici e agli analfabeti, che non potevano leggere le Sacre Scritture, il miracolo della nascita di Gesù.
  • L’usanza di allestire dei presepi artistici divenne così popolare che presto tante altre chiese vi aderirono, creando ognuno, un proprio presepe particolare ed unico.

I presepi nel Salento

Il Salento vanta un invidiabile primato in fatto di presepi, conservando una tradizione antichissima. Il primo presepe artistico del mondo, infatti, sarebbe stato realizzato a Lecce da San Francesco nel 1222. Il Santo tornando da un viaggio in Oriente, si sarebbe fermato a passare le feste a Lecce. Qui, avrebbe realizzato un presepe artistico con statue in terracotta, un anno prima del “presepe vivente” di Greccio.

Presepi, di tutti i tipi, viventi, artistici, meccanici, piccolissimi ed enormi, sono realizzati in ogni angolo della nostra provincia. Nelle stradine dei borghi, nelle chiese, nelle piazze, nelle masserie di campagna, nei “trappeti”, nelle cave e sui promontori delle Murge salentine, nelle grotte in riva al mare, se non addirittura in fondo al mare.

I presepi solitamente sono caratterizzati da un percorso a piedi che permette di rivivere e riscoprire le antiche tradizioni ed i mestieri che hanno contrassegnato l’epoca in cui nacque il Bambinello. Il cammino, dall’atmosfera suggestiva e magica, si mescola alle dolci arie dei canti di Natale eseguite spesso dal vivo, che conduce alla grotta di Betlemme in una festa continua di luci, colori e suoni dati dai fragori e le gesta dei figuranti in costume.

presepe alberobello
Alberobello ©www.baritoday.it
Presepe di Lecce ©foodphotographer.puglia via Canva
Borgo Egnazia: I Mercatini di Natale nell’hotel più bello del mondo

Il Natale si avvicina e con sé porta l’atmosfera magica e calda che lo caratterizza e che avvolge anche Borgo Egnazia, a Savelletri di Fasano, uno dei luoghi più belli della Puglia, un trionfo di bellezza, storia e gastronomia, pronto a farvi vivere una fiaba natalizia.

Presepe di Lecce ©foodphotographer.puglia via Canva
Il Natale pugliese a tavola

La preparazione di cibi tipici del periodo natalizio è un pensiero che assilla le nonne salentine ben presto!